Il mio guru – Christopher Isherwood

Incipit Il mio guru

Verso la fine del 1939, Wystan Auden e io arrivammo a New York via nave, provenienti dall’Inghilterra. Ho già descritto gli avvenimenti e le decisioni che portarono a questo viaggio nel mio libro Christopher e la sua specie. Era il nostro secondo viaggio a New York, dove avevamo trascorso alcuni giorni nell’estate del 1938, di ritorno in Inghilterra dalla Cina. Anche se i nostri progetti non erano ancora precisi, ora sembrava che avremmo potuto trattenerci a lungo, forse per sempre.
La nostra prima visita era stata turistica, magica come nessun’altra, e per quanto mi riguardava, irripetibile. Allora, quando avevamo un limite di tempo, il fermento della vita di New York era stato galvanizzante; ora cominciò ben presto a deprimermi.

Incipit tratto da:

    • Titolo: Il mio guru
    • Autore: Christopher Isherwood
    • Traduzione: Marco Papi
    • Titolo originale: My Guru and His Disciple
    • Casa editrice: Garzanti

Bibliografia Christopher Isherwood

Il mio guru di Christopher Isherwood

Quarta di copertina / Trama
Dopo una prima, magica visita a New York di ritorno dalla Cina, nel 1939 Isherwood e Auden sono di nuovo in America. Isherwood ha già scritto i suoi capolavori berlinesi ma al contrario di Auden intende godere dell’anonimato offertogli da un crescente senso di vuoto interiore. È così che a Hollywood incontra il suo guro, swami Prabhavananda, un monaco induista che lo affascina con la sua religiosità profonda e priva di ogni senso di peccato. Nasce un rapporto destinato a durare un’intera vita. Eppure anche quando lavora con Prabhavananda alla traduzione dei sacri testi del Veda, Isherwood non riesce, o non vuole, arrivare a spegnereil desiderio sessuale, che torna dolce e prepotente ad ogni occasione, a dispetto del tentativo di regolarlo.Isherwood non nasconde la propria natura di commediante, i dubbi sull’autenticità della sua vocazione, ma riesce a trovare nel teatro dei desideri e delle debolezze la voce franca e ironica che i suoi lettori conoscono.
(Ed. Garzanti; Narratori Moderni)

Bibliografia Christopher Isherwood