Informativa


Marianna Sirca – Grazia Deledda

Incipit Marianna Sirca

Marianna Sirca, dopo la morte di un suo ricco zio prete, del quale aveva ereditato il patrimonio, era andata a passare alcuni giorni in campagna, in una piccola casa colonica che possedeva nella Serra di Nuore, in mezzo a boschi di soveri.
Era di giugno. Marina, sciupata dalla fatica della lunga assistenza d’infermiera prestata allo zio, morto di una paralisi durata due anni, pareva uscita di prigione, tanto era bianca, debole, sbalordita: e per conto suo non si sarebbe mossa né avrebbe dato retta al consiglio del dottore che le ordinava di andare a respirare un po’ d’aria pura, se il padre, che faceva il pastore ed era sempre stato una specie di servo del fratello prete, non fosse sceso apposta alla Serra a prenderla, supplicandola con rispetto:
– Marianna, dà retta a chi ti vuole bene. Obbedisci.
Anche la serva barbaricina rozza, risoluta, che era in casa del prete da anni ed anni ed aveva veduto crescere Marianna, le preparò la roba, gliela caricò rudemente dentro la bisaccia come fosse la roba di un servo pastore, e ripeté:
-Marianna, dà retta a chi ti vuole bene: obbedisci.
E Marianna aveva obbedito. Aveva obbedito sempre, fin da quando bambina era stata messa come una uccellino in gabbia nella casa dello zio, a spandere la gioia e la luce della fanciullezza attorno al melanconico sacerdote, in cambio della possibile eredità di lui.

Incipit tratto da:

  • Titolo: Marianna Sirca
  • Autrice: Grazia Delledda
  • Casa editrice: Il maestrale

Marianna Sirca di Grazia Deledda

Bibliografia di Grazia Deledda

Da questo romanzo il film Amore Rosso per la regia di Aldo Vergano (1953)

Locandina Amore rosso

Una Risposta to “Marianna Sirca – Grazia Deledda”

  1. admin Says:

    Per aprofondimenti sul film “Amore Rosso”

    http://www.sunuraghe.it/2008/terzo-ciclo-di-lezioni-di-cinema-su-nuraghe-film

Lascia un commento

*
To prove that you're not a bot, enter this code
Anti-Spam Image