Informativa


Un regno di matite – Elias Canetti

Incipit Un Regno Di Matite

L’intermediario che non ha stima per nessuno.

Finezze della sottomissione. In quale strato profondo è andato a cacciarsi il no?

Psicologia, tollerabile quando complica gli enigmi che simula di risolvere.

Pensa di sradicarsi un’altra volta.

Lei era ormai tutta pelle e gli sfiorò il dito.

Uno scrittore, del quale non una frase è necessaria, ma tutte sono velenose.

Euridama di Cirene vinse l’incontro di pugilato. In realtà l’avversario gli aveva rotto i denti, ma lui li aveva inghiottiti per evitare che l’altro se ne accorgesse.

Un’accusa che non conosce fine suscita odio. Un’accusa permanente è un’assurdità. Persino la faida aveva un tempo senso e tuttavia, per il nostro modo di sentire, non ne ha alcuno.

Incipit tratto da:

    • Titolo: Un regno di matite: Appunti 1992-1993
    • Autore: Elias Canetti
    • Traduzione: Ada Vigliani
    • Titolo originale: Nachtraege aus Hampstead: Aus den Aufzeichnungen 1954-1971
    • Casa editrice: Adelphi

Bibliografia Elias Canetti

Un regno di matite di Elias Canetti

Quarta di copertina / Trama
Canetti appartiene a quegli scrittori che nella vecchiaia hanno raggiunto un grado altissimo di libertà e sovranità dello spirito – qui applicata a ritessere ancora una volta il suo pensiero su temi che lo hanno da sempre accompagnato: la massa, la morte, il mito. Ma la forma degli «appunti», mirabilmente agile, consente a Canetti anche di puntare in tutt’altre direzioni: ammirazioni relativamente recenti e intensissime, come quella per Robert Walser; avversioni antiche che di continuo si riaccendono, come quella per Nietzsche; ricordi acuminati di persone che nella vita di Canetti molto hanno contato, come l’antropologo Franz Steiner o il viennese Abraham Sonne; reazioni a onnivore letture, sempre in corso; infine riferimenti agli orrori del momento, in questo caso Sarajevo e i suoi massacri. E sempre usciamo da queste densissime stenografie corroborati e rinnovati.Avviati nel 1942, gli appunti di Canetti giungono a compimento con questa sezione, apparsa per la prima volta in Germania nel 1996; di prossima pubblicazione presso Adelphi è il volume relativo agli anni 1973-1984.
(Ed. Adelphi; Biblioteca Adelphi)

Bibliografia Elias Canetti

Lascia un commento

*
To prove that you're not a bot, enter this code
Anti-Spam Image