Sole e acciaio – Yukio Mishima

Incipit Sole e acciaio

In quest’ultimo periodo ho cominciato a percepire in me un accumularsi multiforme assolutamente inesprimibile attraverso un genere artistico oggettivo qual è il romanzo; ma ormai non potrei più divenire un ventenne poeta lirico; e in ogni caso non lo sono mai stato.

Incipit tratto da:
Titolo: Sole e Acciaio
Autore: Yukio Mishima
Traduzione: Lydia Origlia
Titolo originale: Taiyo to tetsu
Casa editrice: Guanda

Bibliografia di Yukio Mishima

Sole e acciaio di Yukio Mishima
Quarta di copertina / Trama

Scritto da Mishima nel 1968, due anni prima del clamoroso seppuku – il tradizionale e terribile suicidio dei samurai – con cui pose fine ai suoi giorni, Sole e acciaio è un libro fondamentale per accostarsi alla personalità del grande scrittore giapponese. In una forma intermedia fra «la notte della confessione e il giorno della critica», l’autore racconta la scoperta della propria entità fisica, l’interesse per la pratica delle arti marziali e la ricerca di un «linguaggio del corpo»: la testimonianza di un’appassionata indagine nella propria identità di uomo, oltre ogni limite, oltre ogni convenzione.
(Ed. Guanda; Tascabili)

Cronologia Opere Yukio Mishima