Informativa


Solea – Jean-Claude Izzo

Incipit Solea

La sua vita era laggiù, a Marsiglia. Laggiù, dietro quelle montagne che, stasera, il sole al tramonto colorava di un rosso vivo. “Domani ci sarà vento” pensò Babette.
Da quando, quindici giorni prima, era arrivata a Le Castellas, un villaggio delle Cévennes, alla fine della giornata saliva sul crinale. Percorrendo il sentiero dove Bruno portava le capre.
Qui, aveva pensato il mattino del suo arrivo, nulla cambia. Tutto muore e rinasce. Anche se ci sono più villaggi morenti che vivi. Sempre, prima o poi, un uomo reinventa i gesti più antichi. E tutto ricomincia. I sentieri, coperti dalla sterpaglia, ritrovano la loro ragione di esistere.
“È questa, la memoria della montagna” aveva detto Bruno, servendole una gran tazza di caffè.

Incipit tratto da:

    • Titolo: Solea
    • Autore: Jean-Claude Izzo
    • Traduzione: Barbara Ferri
    • Titolo originale: Solea
    • Casa editrice: e/o

Bibliografia Jean-Claude Izzo

Solea di Jean-Claude Izzo

Incipit Solea

Sa vie était là-bas, à Marseille. Là-bas, derrière ces montagnes que le soleil couchant éclairait, ce soir, d’un rouge vif. “Demain, il y aura du vent”, pensa Babette.
Depuis quinze jours qu’elle était dans ce hameau des Cévennes, Le Castellas, elle montait sur la crête à la fin de la journée. Par ce chemin où Bruno emmenait ses chèvres.
Ici, elle avait songé, le matin de son arrivée, rien ne change. Tout meurt et renaît. Même s’il y a plus de villages mourants que renaissants. À un moment ou à un autre, toujours un homme réinvente les gestes anciens. Et tout recommence. Les chemins embroussaillés retrouvent leur raison d’être.
– C’est ça, la mémoire de la montagne, avait dit Bruno en lui servant un gros bol de café noir.

Incipit tratto da:

Quarta di copertina / Trama
Lasciata la polizia a causa della corruzione e del razzismo che vi si annidavano, Montale è costretto, per amicizia o per convinzione politica, ad occuparsi di casi in cui la violenza mafiosa, razzista e integralista si rovescia sui più deboli, giovani, immigrati o donne che siano. In Solea, Montale corre in aiuto della sua amica Babette, una giornalista finita nei guai per una inchiesta sui legami tra politica, mafia e alta finanza. Come i due precedenti, anche questo romanzo ha ottenuto un grandissimo successo, occupando per mesi le classifiche di vendita francesi, e in Italia Izzo sta guadagnando rapidamente un posto di rilievo nel cuore dei lettori come autore di culto. Le sue sono storie epiche, d’amore e morte, che commuovono e incantano per la sua particolare visione della vita, ricca di valori, di sapori e passioni, sempre minacciata dall’avidità di guadagno e dall’intolleranza.
(Ed. e/o)

Bibliografia Jean-Claude Izzo

Lascia un commento

*
To prove that you're not a bot, enter this code
Anti-Spam Image