Informativa


Cuore di cane – Michail A. Bulgakov

Incipit Cuore di cane

«Uuuuhhh! Guardatemi sto morendo. La bufera mi ulula il de profundis nel portone e io urlo con lei. È fatta, sono fregato. Un delinquente col berretto sporco, il cuoco della mensa impiegati al Consiglio Centrale dell’Economia Nazionale, mi ha rovesciato addosso dell’acqua bollente e m’ha bruciato il fianco sinistro. Che mascalzone! e sì che è anche un proletario! Oh signore, come mi fa male!Quella maledetta acqua bollente m’ha pelato fino all’osso! Adesso urlo, ma a che mi serve urlare?

Incipit tratto da:

    • Titolo: Cuore di cane: ovvero endicronologia della NEP
    • Autore: Michail A. Bulgakov
    • Traduzione: Viveca Melander
    • Titolo originale: Sobac’e serdce
    • Casa editrice: Tascabili Economici Newton

Bibliografia Bulgakov

Cuore di cane di Michail A. Bulgakov

Quarta di copertina / Trama
Sotto i bisturi di uno scienziato un cane viene trasformato in un uomo, ma lo spirito umano, innestatogli grazie al trapianto dell’ipofisi, si abbassa al livello canino: una situazione grottesca, che si snoda tra turpi soliloqui, espressioni gergali, imprecazioni, suoni onomatopeici di estrazione canina, gesti osceni curiosamente frammisti a nuove acquisizioni della semiologia burocratica. Tra la fantascienza e il simbolismo questo racconto si avvale di una prosa piena, carica, essenziale, tutta animata, tipica di un edificio sostanzialmente drammaturgico, costruito sulla tangibilità delle immagini, sulla immediatezza visiva. E di derivazione teatrale è pure la cura delle caratteristiche a oltranza che, con perfetta, scientifica esattezza, guida la satira di Bulgakov fino a rendere credibile anche l’assurdo.
(Ed. Newton; TEN, 100 pagine 1000 lire)

Bibliografia Bulgakov

Da questo romanzo il film Cuore di cane per la regia di Alberto Lattuada (1976)

Locandina Cuore di cane

Lascia un commento

*
To prove that you're not a bot, enter this code
Anti-Spam Image