Sly – Banana Yoshimoto

Incipit Sly

Ricordo stranamente bene quel pomeriggio. Il giorno dopo la festa a casa di Takashi.
Il tempo era sereno e dalla finestra si vedevano il cielo azzurro e la luce. In un soggiorno, buio rispetto all’esterno, qualcosa era nato tra di noi segnando nello stesso istante l’inizio e la fine di un periodo.
Ricordo bene che anche se partecipavo alla conversazione, il mio animo errava e fissava i raggi del sole che danzavano al di là della finestra della cucina nello stesso modo in cui si osservano degli esseri animati.

Incipit tratto da:

    • Titolo: Sly
    • Autrice: Banana Yoshimoto
    • Traduzione: Alessandro Giovanni Gerevini
    • Titolo originale: Sly
    • Casa editrice: Feltrinelli

Bibliografia Banana Yoshimoto

Copertina di Sly di Banana Yoshimoto
Quarta di copertina / Trama

Kiyose, una giovane disegnatrice di gioielli, decide di realizzare un vecchio sogno condiviso con i suoi inseparabili amici: visitare l’Egitto. Potrebbe essere l’ultima occasione di stare insieme. Takashi infatti è sieropositivo, e lei e Hideo vogliono fare il pieno di ricordi. Il viaggio, intenso e a tratti commovente, riserva l’incontro di attimi che si sanno irripetibili e svela emozioni e colori nuovi al piccolo gruppo fino ad allora chiuso nell’illusione dell’eterna giovinezza. Ancora una volta Banana Yoshimoto affronta il tema della morte con leggerezza e assenza di gravità e, insieme, con profondità sapienziale e una curiosità cristallina.
(Ed. Feltrinelli; Universale Economica)

Indice cronologico opere Banana Yoshimoto

Sonno profondo – Banana Yoshimoto

Incipit Sonno Profondo

Da quanto tempo sarà che quando sono da sola dormo in questo modo?
Il sonno viene come l’avanzare della marea. Opporsi è impossibile. È un sonno così profondo che né lo squillo del telefono né il rumore delle auto che passano fuori mi arrivano all’orecchio. Nessun dolore, nessuna tristezza laggiù: solo il mondo del sonno dove precipito con un tonfo.

Incipit tratto da:

    • Titolo: Sonno profondo
    • Autrice: Banana Yoshimoto
    • Traduzione: Giorgio Amitrano e Alessandro Giovanni Gerevini
    • Titolo originale: Shirakawa Yofune
    • Casa editrice: Feltrinelli

Bibliografia Banana Yoshimoto

Copertine di Sonno profondo di Banana Yoshimoto
Quarta di copertina / Trama 

“Il sonno viene come l’avanzare della marea. Opporsi è impossibile.”
Con Sonno profondo Banana Yoshimoto indaga nel cuore di tre giovani donne e ne trae ombre plastiche, insinuanti, che echeggiano il vuoto della notte e la paura della solitudine. Vicina al germogliare più segreto delle emozioni, Yoshimoto disegna un mondo sfuggente e tuttavia concreto, che accompagna il lettore in un’avventura dell’anima di straordinaria incisività.
(Ed. Feltrinelli; Universale Economica)

Indice cronologico opere Banana Yoshimoto

Tsugumi – Banana Yoshimoto

Incipit Tsugumi

Senza dubbio Tsugumi era una ragazza impossibile.
Ho lasciato il mio tranquillo paesino, in cui si vive di pesca e di turismo, e sono venuta a Tokyo per frequentare l’università. Anche le giornate che trascorro qui sono molto divertenti. Mi chiamo Shirakawa Maria. Maria, proprio come la Madonna.

Incipit tratto da:

    • Titolo: Tsugumi
    • Autrice: Banana Yoshimoto
    • Traduzione: Alessandro Giovanni Gerevini
    • Titolo originale: Tugumi
    • Casa editrice: Feltrinelli

Bibliografia Banana Yoshimoto

Copertina di Tsugumi di Banana Yoshimoto
Quarta di copertina / Trama

“Giornate di una felicità intensa non capitano spesso nella vita. Ed inseguendo quel vivido miraggio che le persone riescono a tirare avanti e a invecchiare… Tsugumi è un romanzo che parla di questo. Di un’estate di un gruppo di ragazzi che non tornerà mai più. Del mare e del primo amore…” Così Banana Yoshimoto parla del suo romanzo tutto dedicato all’adolescenza. Uscito a puntate nell’edizione giapponese di “Marie Claire” e apparso in volume nel 1989, Tsugumi è sicuramente il più grande successo di Banana Yoshimoto, superando i 2 milioni di copie vendute: questa è la prima edizione in lingua occidentale.
Maria e Tsugumi sono amiche fin dall’infanzia anche se sono due ragazzine molto diverse. Maria, l’io narrante, è dolce e buona: ha lasciato il piccolo paesino in cui era nata e cresciuta per iscriversi all’università a Tokio. Tsugumi è bellissima ma dotata di un carattere infernale: affabile e dolce con gli estranei, nel privato è un tiranno, parla come un maschio ed è viziata all’inverosimile. Non può spostarsi dalla tranquilla penisola di Izu perché le sue condizioni di salute non glielo permettono. Il suo destino pare segnato… Ma quando due amiche si ritrovano, e se questo accade d’estate, e se è il mare a cullare le rispettive solitudini, allora la magia scaturita dall’attimo può creare sensazionali cambiamenti del mondo reale.
(Ed. Feltrinelli; Universale Economica)

Indice cronologico opere Banana Yoshimoto